Selecciona Edición
Iniciar sesión

Le immagini proibite da Berlusconi

EL PAIS mostra in esclusiva le immagini censurate in Italia dopo una denuncia del Presidente del Consiglio.

Verónica Lario, first lady italiana, ha affermato qualche mese fa che sotto l'influsso di suo marito, Silvio Berlusconi, la politica italiana è diventata una "immondizia impudica", nella quale contano solo il fisico e la televisione, e in cui "tanti genitori sono pronti a chiudere un occhio per offrire le loro vergini al drago".

Le sue parole hanno scatenato un terremoto politico che non ha smesso di crescere. In questo contesto il fotografo Antonello Zappadu, 51 anni, che tra il 2007 ed il gennaio 2009 ha fotografato Villa Certosa, la splendida mansione sarda di Berlusconi, è diventato il principale testimone dell'accusa.

Zappadu non è un paparazzo, ma un fotoreporter, ed ha preferito proteggere l'identità delle persone ritratte nelle immagini. Pertanto, tutti i volti che si vedono in queste pagine sono irriconoscibili, dato che sono stati oscurati da lui. Tutti, tranne quello di Berlusconi. Il suo fotoservizio mostra qual'è l'ambiente a Villa Certosa, con chi intrattiene rapporti e come vive i suoi momenti di svago il premier italiano. La villa si trova su un terreno di 60 ettari, vicino a Porto Rotondo, la zona più turistica della Costa Smeralda.

La settimana scorsa Zappadu ha cercato di vendere le sue fotografie a Panorama, una delle riviste legate all'impero mediatico di Berlusconi per 1,5 milioni. La rivista si è rifiutata di pagare le fotografie, e Berlusconi ed i suoi avvocati hanno denunciato Zappadu alla Procura e al Garante della Privacy per "violazione della privacy e tentativo di truffa".

Di seguito alla denuncia il procuratore ha sequestrato tutto l'archivio di Zappadu, comprese le immagini scattate in luoghi pubblici, come l'aeroporto sardo di Olbia.

Queste fotografie, inoltre, hanno dato l'avvio ad un'indagine su di un presunto uso illecito da parte di Berlusconi dei voli di stato.

Il fotografo sostiene che "ogni weekened" voli di stato pilotati dal 31º Squadrone dell'Aeronautica Italiana trasportavano nell'aeroporto della Costa Smeralda artisti, ballerine, veline ed altri amici di Berlusconi. In agosto 2008 il premier italiano ha approvato un nuovo regolamento secondo il quale l'utilizzazione dei voli di stato veniva estesa a diverse categorie di accompagnatori, a seconda delle necessità del primo ministro.

Le fotografie di Zappadu dimostrano che quattro mesi prima di questo cambiamento legale, Berlusconi aveva già viaggiato ad Olbia con il suo amico, il cantante napoletano Mario Apicella ed una presunta ballerina di flamenco.

L'opposizione ritiene che Berlusconi abbia triplicato le spese ed i movimenti di passeggeri di questi voli rispetto all'era Prodi (2007-2008).

Inoltre, secondo il documento ufficiale dell'Aviazione Civile al quale ha avuto accesso questo giornale, un ordine della presidenza del Consiglio ha deciso che il 4 giugno 2008 cinque mezzi di trasporto aereo privati, intestati alle società Alba e Fininvest, venissero nominati come voli di stato.

Le foto scattate a Villa Certosa rivelano un ambiente disinibito, vigilato da forti misure di sicurezza. Il stesso Silvio Berlusconi ha dichiarato che uno degli uomini riportati nelle fotografie di Zappadu è il premier ceco Mirek Topolanek. Questo giornale non è riuscito a verificare l'identità dell'umo riportato nudo in una delle immagini.